lunedì 25 novembre 2013

GNOCCHI ripieni di fonduta, castagne e cipolla di Tropea


Pensavo di essere l'albero del castagno, nel calendario dei celti, e invece sono il nocciolo... ma mi accontento perché non è mica male, dai! E poi, a me piacciono assai sia gli alberi che i celti! 
Con le castagne però, ho un legame anche io con la mia terra natale. Anche da me si fa la "castanyada". Ricordo che a scuola facevamo una gran festa, cuocevamo castagne e "moniatos" e veniva a trovarci la castanyera!
Per ciò, quando Serena la signora Picci e castagne ha vinto questo MTC e ci ha svelato la sua proposta, incoscientemente mi sono catapultata nella infanzia, e sono affiorati tutti quei profumi di legna e di muschio, di funghi e di bosco, ma anche di camino acceso e di foglie secche cadute nelle piazze del mio paese. Apunto, foglie! 
Quelle foglie che tutti i bambini andavamo a raccogliere! Si, vi sembrerà strano, ma da noi non serviva nessun annuncio ufficiale ne dei genitori ne dal comune, ci si trovava alla uscita della scuola e tutti insieme, con l'aiuto di qualche genitore, pulivamo le piazze e i parchi giochi, da tutte le foglie secche che c'erano per terra. Con guanti o senza, non importa, c'era la frenesia di fare in fretta e riempire più sacchi degli altri! 


Non pensare che esco fuori tema, no. Perché poco dopo l'annuncio del tema CASTAGNA, passeggiando con Frida, ho incrociato un signore che stava potando i cespugli e tutte queste foglie per terra mi hanno fatto ricordare... e mi è venuta una idea... perché sapete, pulire le foglie da sotto gli alberi, senza guanti, sopratutto se vicino ci sono dei castagni... beh... può capitarti qualche sorpresa! E si sà, le castagne non sono morbide... ecco l'idea che vi dicevo:
Gnocchi a forma di castagna ripieni...!





GNOCCHI di castagna, ripieni di fonduta, 
castagne e cipolla di Tropea




Ingredienti per 6 persone:
per l'impasto:
850 g di patate lessate (peso senza le bucce)
150 g di castagne bollite (peso senza le bucce)
200 g di farina di castagne
2 tuorli d'uovo
sale

per il ripieno:
5 cucchiai di latte intero
45 g di emmental
45 g di fontina
2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
1 cipolla di Tropea
100 g di castagne bollite (peso senza le bucce)
50 g di speck
olio extra vergine di oliva
sale

per condire:
70 g di burro
1 mazzetto di rosmarino

Per prima preparare il ripieno. Pulire la cipolla, trittarla finemente e far ammorbidire in una padella, quando è morbida e risulta quasi trasparente aggiungere lo speck tagliato a pezzettini molto piccoli, aggiungere le castagne tritate finemente, salare e cuocere ancora per un paio di minuti. Poi trasferire in una ciotola e mettere da parte.

Tagliare i formaggi a dadini molto piccoli, e far sciogliere in un padellino insieme al latte e una noce di burro girando spesso. Una volta ottenuta la fonduta versarla nella ciotola con il resto del ripieno, aggiungere il Parmigiano grattugiato e amalgamare bene. Tenere da parte e far raffreddare.







Una volta bollite le patate e sbucciate, ancora calde, passare per lo schiacciapatate assieme alle castagne, anche queste bollite e pulite dalla buccia e la pelicina.
Impastare e amalgamare bene. Aggiungere i tuorli d'uovo, il sale e pian piano la farina, può darsi che non serva tutta, l'impasto deve risultare consistente ma non sodo, morbido ma non appiccicoso.
Creare delle palline grandi come una noce, fare un incavo con in pollice ed aprirli a sufficienza, senza romperli, in modo di adagiarci il ripieno pressandolo e chiudere i gnocchi e darli forma di castagna.




In una padella, bella larga, sciogliere il burro insieme con un rametto di timo per farlo insaporire.
In una pentola grande far bollire dell'acqua in abbondanza, salare e poi versarci con delicatezza i gnocchi ripieni. A misura che vengono a galla ripescarli e farli saltare nella padella con il burro e rosmarino. Impiattare e servire subito, da mangiare belli caldi!!!!!





Con queste "morbide" e gustose castagne... partecipo al MTC di novembre, e anche qui non posso fare a meno di ringraziare la protagonista del mese Serena, e le donne del MTC, Alessandra e Daniela, che questo mese ci hanno dato la possibilità di giocare intelligentemente col cibo!!!! Toma castagna!









31 commenti:

  1. Bellissimi da vedere ma devono essere spettacolari da mangiare!
    Ho ancora qualche castagna avanzata,,,, e improvvisamente mi è venuta voglia di gnocchi!
    Bacioni
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Eleonora!
      La ricetta è per 6 persone perche ne vengono più di 20 e quatro a testa possono bastare... ma da me anche se siamo in due, ne sono abbanzati pocchi e li ho surgelato, vediamo come vengono il giorno del disgelo...

      besos

      Elimina
  2. uno splendore sono senza parole complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. wow grazie Veronica!
      Un abbraccio!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie! E vero irrestibili uno tira l'altro...!

      baci

      Elimina
  4. Io ti consiglerei di fare queste passeggiate più spesso se poi al ritorno ti vengono queste idee strepitose!

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fabio! E sempre così, le idee vengono sempre quando sei fuori casa o nei sogni! Per fortuna in un caso e nell'altro sempre vicino alla cucina sono...!!!

      besos!

      Elimina
  5. sìììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììììì
    quanto mi piacciono queste castagne ripiene!!!
    se le passeggiate ti ispirano tanto, allora via la macchina e via la bici! sempre a piedi dovresti andare!
    formaggi e cipolla di tropea.. le castagne.... che cosa hai creato! che cosa hai creato!
    ora sono io che ho la lacrimuccia.
    eheheheheheh.
    bravissima!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie signora dei pici e castagne! Sono contenta che ti siano piaciute queste morbide castagne...
      Sapì che la bici l'ho abbandonata nel sottoscala con le ruotte sgonfie da più da 6 anni e la macchina è parchegiata da quasi 2... per questo a piede ci vado per forza! Sarà per quello che non mi muovo tanto?

      Besos!!!

      Elimina
  6. belli questi gnocchi ripieni hanno un condimento stuzzicante
    Ciao..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabiola hai raggione uno tira l'altro! Fermare il cozzaro è stato dificile, non voleva che li surgelassi! Ma io volevo fare la prova, sai come siamo noi donne...


      Grazie e baci!

      Elimina
  7. No ma Mai queste sono da 10 e lode.... favoloso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cla! Due surgelati se vuoi te li porto, tanto sei nella scrivania dietro di me...!!!
      hahahahahahaaaa! prima non ho fatto in tempo a dirtelo...

      besos

      Elimina
  8. spettacolooooooooo!!!! bravissima, cara mai, hai avuto un'idea originale e molto, ma molto gustosa!
    quel ripieno filante mi fa venire un'acquolina....
    un beso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Cristina! Vorrei aver registrato cozzaman e i suoi comenti mentre li mangiava...!
      besitos!

      Elimina
  9. Complimenti, è un piatto spettacolare, io che adoro il formaggio, con quel ripieno mi viene voglia di assaggiarle subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!! E invece sai che io i formagi non li mangio se non sono sciolti, ma molto sciolti? Come vedi, questi del ripieno lo erano e come!!!

      un bacione!

      Elimina
  10. Mi sono arrotolata per terra quando ho fatto due + due ed ho visualizzato l'ispirazione che ti ha fatto venire in mente la ricetta, il morbido sotto le foglie...omamma...sei terribile! Ma la ricetta, ommioddio è stupenda. Questi gnocchi ripieni mi sdraiano e ne vorrei una piattata adesso, qui!
    Mai sei un mito. E le tue storie mi fanno sempre sorridere. Ti abbraccio forte! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naaaaaaa! Tu sei troppo avanti, hai intuito proprio quello che ho omesso!!!
      E si... a volte capitava che ti pungevi e a volte no.... ahahahahahahah!! Ma come hai fatto!?? Sei ganza!

      Grazie Patty, un beso muy grande!

      Elimina
  11. Oh mamma... ma che ricetta hai fatto Mai? Ma sono strabilianti questi gnocchi! Perfetti e con un ripieno da sballo. Si vede che le castagne ti hanno ispirato :) Questa è una di quelle classiche ricette che piacciono a me. Bravissima mujer!
    Besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariiiiii! Grazie! Credo che questi gnocchi farano capo anche alla ptavola di Natale o capo d'anno... sempre e quando riesco a conservare le castagne... ma dopo il video di Francesca Carloni (che tu hai montato divinamente) saprò come fare!

      un beso muy fuerte!

      Elimina
  12. belli, buoni, gustosi, bellissima idea, mi piace moltissimo! che bella la sorpresa cremosa all'interno :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie1000! Anche a noi ci ha svalordito il ripieno, e come dicevo a Mari qua sopra, di sicuro li porto a tavola in queste feste!!

      besos!

      Elimina
  13. La fine del mondo, Mai: questi gnocchi sono la fine del mondo!!!
    E che grande esempio di civiltà al tuo Paese, quando fin da piccoli ripulivate strade e piazze dalle foglie morte! Altro che da noi...
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  14. Grazie Mapi!!! La fine del mondo non so, ma che finirano sul tavolo la sera di fine d'anno è quasi sicuro!!!
    Ed è vero era un esempio di civiltà, che purtropo col tempo si è perso... ci penso sempre quando torno dai miei in questo periodo...

    Besitos!

    RispondiElimina
  15. ti ricordo che hai GIA' vinto.
    così, tanto per dire...:-)
    mammamiamai, MAMMA MIA!!!

    RispondiElimina
  16. Mai i tuoi gnocchi sono da sballo e te lo dice una che non ama molto la dolcezza della farina di castagne.. ho scoperto che molti di noi hanno per un motivo o per un altro un ricordo d'infanzia legato alle castagne e questo ci accomuna un po' tutti :-)
    Bravissima, Debora

    RispondiElimina
  17. Mai il fatto che siano ripieni mi ha fatto innamorare di questa ricetta, la trovo geniale e deliziosa! Bravissima!!!

    RispondiElimina
  18. Un capolavoro Grandioso.. Anch'io gli gnocchi di castagne li abbino alle fondut ma mettercela DENTRO è una genialità... Besos 🍂🍃🍁

    RispondiElimina
  19. Questi gnocchi sono una meraviglia degli occhi, immagino che lo siano ancora di più per il palato!

    RispondiElimina