martedì 24 aprile 2012

Risotto rosa in scrigno alle MAZZANCOLLE


E chi lo sà perché questa mia mania dei risotti... lo so, lo so. Mi piacciono e azzardarei a dire di più della pasta, a discapito di mio marito, che in più di essere cozzaro è anche pastaro! Come avrete capito, fatte uno più uno ed ecco, dateli pasta con le cozze e va a nozze!!!
Devo dire però, che mangiando proprio questo risotto ha avuto il coraggio di dirmi: 
"ma lo sai che da piccolo piangevo quando mia mamma faceva il risotto? Non mi è mai piaciuto, e invece adesso..."
... e in vece adesso te lo mangi, perché ti piaccia o no, oggi come primo, c'è questo ed è fatto con tanta pazienza e amore, con un brodo molto saporito... tutto in tonalità rosa!
"A me pare più arancione che rosa..."
No... ma tu dici? Per me l'arancione è altro, guarda la nostra parete. A R A N C I O N E!
Guarda le mazzancolle, R O S A!
Non è che era tanto convinto, e mi ha pure messo il dubbio a me. Ma lascio nelle mani di Cinzia e Valentina e del suo contest colorato, la decisione sul colore di questo piatto, (per me rosa) ma il sapore, vi posso assicurare era proprio ricco!


Servono pochi ingredienti per un buon risotto, l'importante è avere una buona base di brodo, e questo che vi propongo è facilissimo da fare, e cosa molto importante, il sapore tanto delicato dei crostacei si apprezza molto di più, perché? Il segreto è nel guscio...




Ingredienti per due:

450 gr. di mazzancolle (35/40 pezzi, le trovate solo surgelate)
250 gr. di riso carnaroli
mezzo cipollato bianco
una tazzina di bino bianco
una noce di burro


brodo:
rmezzo gambo di sedano
rosmarino fresco (un rametto piccolo)
una foglia di alloro
olio extra vergine
sale
(acqua q.b. per i brodo)


Riempire una pentola grande con acqua e quando comincia a bollire buttarci il sale e le mazzancolle intere, per farle sbollentare, queste cambiano subito colore come è tipico in questi tipi di crostacei. 
Quando sono cotti, 3/4 minuti basteranno, scolarli conservando tutta l'acqua nella pentola. Lasciarli raffreddare così si sbuciano più facilmente e tenere da parte.
Molto importante, non buttare ne teste ne il guscio delle mazzancolle, questi sono la parte fondamentale per il fumetto di pesce per il risotto!
Nella stessa pentola della cottura con la loro acqua, versarci i gusci e le teste, la foglia di alloro, il rosmarino fresco, il sedano e farlo bollire per 35/40 minuti. Vedrete che il liquido diventa un po' rosato grazie ai gusci. Passare al setaccio o colino fino, il fumetto e adesso si,  i gusci si possono buttare! Tenere il liquido sempre al punto di ebollizione per non perdere il la cottura del riso.


In una pentola, con dell'olio extra vergine, fare imbiondire metà cipollato tritato finemente, .
Versare il riso e tostare, versare il vino e fare evaporare. Versare il fumetto fino a coprire il riso, girare e lasciare cuocere. A metà cottura aggiungere 1/3 delle mazzancolle fatte a pezzettini. Procedere con la cottura del risotto controllando il sale, e una volta pronto, a fuoco spento mantecare con il burro.



Ho utilizzato delle ciotoline come stampino appoggiando ai latti le mazzancolle intere, poi riempito con il risotto, pressato un po' con un cucchiaio e capovolto sul piatto.
Quanche altra "bestiolina" l'ho messa sopra, di decoro, e il riso rosa in scrigno è servito.

Ho sempre detto che non ho niente rosa, è un colore bandito a casa mia, non mi piace e non mi è mai piaciuto... ma poi ci ho ripensato, e di rosa ho solo lui, che poi è maschio... uno dei miei vini preferiti, il Torres de Casta un rosè che avviamo aperto per accompagnare questo risotto come primo e orata alla brace come secondo, per poi scoprire che era l'ultima bottiglia che avevamo a casa!

Note di degustazione:
Di un colore lampone intenso e profumo fresco, ha delle note di frutti rosi, con ricordi di mella e banana che al palato risulta molto equilibrato, dolce e con retrogusto lungo e persistente





Questo risotto è per il contest Colors & food, what else? Di Valentina e Cinzia, la quale ospita questo mese il rosa!










13 commenti:

  1. Bello! davvero, sia la ricetta che il modo in cui ha impiattato!:)

    RispondiElimina
  2. Caspita Mai, ma è bellissimo, quei crostacei incrociati...una meraviglia e molto professionali le note di degustazione...davvero brava..sulle foto è inutile commentare, sono SPECIALI, come sempre! baci!

    RispondiElimina
  3. wow! Grazie Silvia!
    Credo che un piatto, per semplice che sia, se è buono e ben presentato è doppiamente apprezzato, tutto per fare mangiare i risotti a mio marito...
    :)

    besos

    RispondiElimina
  4. Grazie1000 Elena! Ammo questi crostacei per non dire i risotti!
    E poi riguardo al vino, qualche corso l'ho fatto perché le mie origini sono da terre di vini e anche se questo rosè lo conosco mooooolto bene, le note degustazione in parte le ho tradotte dal sito delle "bodegas torres", che conosco da sempre!

    besos

    RispondiElimina
  5. Io lo dico sempre che la classe non è acqua, cara Mai..
    E' ROSA!! sii! E anche molto bello. Anch'io amo molto i risotti, quelli fatti bene, col brodo buono e con del vino speciale, che sono la base giusta.
    ma poi, scusa, queste dosi da te sono per due?!?! 450 gr. mazzancolle, d'accordo poi vanno pulite, ma anche 250 gr. riso crudo che a cotto si sommano al brodo, da me ci mangiamo in quattro ;))
    E... stasera mio marito ha preso delle mazzancolle!
    baci carissima, GRAZIE GRAZIE della speciale ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cinzia, dosi vere! Siamo dei mangioni, perché negarlo ci guardi e si vede!!!! ;P
      Di fatti adesso che arriva l'estate comincerò a pentirmene, lo so...
      In verità un mestolo è avanzato ed è finito nella mia schiscetta, non si butta niente, anche perché di secondo c'era l'orata alla griglia... capito come ci manteniamo "in linea" mio marito ed io?

      Besitos

      Elimina
  6. Fantastico questo risotto in rosa! raffinato e bellissimo da vedersi. Per me con tutte queste belle mazzancolle sarebbe un piatto unico perfetto...domani riuscirò ad andare al mercato (non capita mai) e mi sa che uno stop dal pescivendolo ci vuole proprio, mi hai fatto venire l'ispirazione;)
    ciaooooooooooo

    RispondiElimina
  7. Valentina, sono contenta che ti ispiri questo risotto! Anche io adoro le mazzancolle, e le ho trovato solo surgelate ma non ho resistito visto quanto erano cicciote!

    Buon mercato allora!
    besos

    RispondiElimina
  8. Delizioso e complimenti per la presentazione, davvero bella! Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! E per di più facile da fare!

      ciao!

      Elimina
  9. ho replicato!!! un abbraccio! http://www.loveateverybite.com/primi-1st-courses/risotto-ai-gamberi-prawn-risotto/

    RispondiElimina