sabato 30 aprile 2011

non solo PASQUALINA...

A casa mia, da piccoli, ci insegnavano a mangiare la verdura, anche se è risaputo che i bambini sono capricciosi con gli ortaggi... ma noi, avevamo un gioco stupendo che variava secondo le stagioni, e che poi diventava una gara a chi mangiava più pisseli o spinaci, zucchine o carciofi!
Questo gioco era la "raccolta", ovviamente non era un vero e proprio lavoro in campagna, ma ben si, una gita con i miei, un modo per far si che mangiasemo tutte queste cose più volentieri. Perché in fondo eravamo orgogliosi, le avevamo raccolte noi! Ed è funzionato, perchè adoro le verdure!
Non serve che vi dica quanta differenza ci sia tra un ortaggio appena raccolto e uno confezionato...  come per esempio gli spinaci!


Dalle nostre parti, gli spinaci, una volta lavati e bolliti, si saltano in padella con dell'olio, pinoli e uvetta ma se vi piace potete fare come mio papa che ci aggiunge la pancetta affumicata. 
Poi arrivo in Italia e scopro la Pasqualina, inevitabile... ho fatto un mix! 


















Per la pasta Brisse
350 g di farina
150 g di burro (dal frigo)
1/2 cucchiaino di sale
acqua quanto basta
2 cucchiai di latte

Per il ripieno
600 g di spinaci (cotti e scolati)
150 g di ricotta  

100 g di parmigiano grattugiato
30 g di pinoli
30 g di uvetta 
40 g di pancetta affumicata 
olio extra vergine
sale
3 uova 

Per preparare la pasta, prendere il burro dal frigo e tagliarlo a dadini molto piccoli, versarli in una fonte e aggiungere la farina setacciata, il sale e cominciare ad amalgamare fino ad ottenere una pasta sabbiosa. Aggiungere 5 cucchiai di acqua e impastare velocemente. Se serve aggiungere altra acqua, poi creare una palla, avvolgerla con pellicola trasparente e farla riposare nel frigo per 30 m.
In una padella molto capiente, con dell'olio, cuocere la pancetta, poi i pinoli e l'uvetta.
Versare gli spinaci (cotti e strizzati) e fare insaporire. Togliere dal fuoco e versare in una fonte con il parmigiano e la ricotta. Mischiare tutto e mettere da parte.
Ungere uno stampo e infarinarlo.
Togliere la brisée dal frigo e tirarla fino ad ottenere uno spessore di 3/4 mm. Foderare lo stampo lasciando sbordare un pò la pasta che poi servirà per sigillare.
bucherellare lo sfondo e riempirla con il composto di spinaci. E adesso viene il bello...
ho voluto fare una prova, e qua centra l'uovo! Di solito tutti mettono le uova soda, ma ho pensato: tanto la torta deve comunque cuocere almeno per 40 minuti...mmmm... quasi, quasi provo, e le metto crude! E l'ho fatto!


















3 uova (una per Leo, una per Frida ed una per me) ho fatto spazio, tre buchi nel ripieno dove ho versato le uova. Poi con molta attenzione ho coperto la torta con la pasta restante e sigillata prendendo i bordi avanzati dalla base. E poi bucherellato sopra e verniciata con il latte. Al forno per una quarantina di minuti fino che sarà dorata.



Con questa torta salata abbiamo dato il via al pranzo di Pasqua, rigorosamente primaverile, fuori in terrazzo, con fiori ovunque anche sulla tovaglia della mamma...
Questa sarà, la mia ricetta da presentare ad Ambra di il gatto ghiotto  per il suo contest mise en place 



9 commenti:

  1. che bellissima tavola, molto fiorita e di un colore che, manco a dirlo, mi piace tantissimo.
    Bella anche l'idea di raccogliere verdura e mangiarla come un trofeo, mia sa che funzionerebbe anche con i miei bambini!

    RispondiElimina
  2. che bei colori!!!! e che bella torta pasqualina, bello poter raccogliere la verdura, hai ragione se ne apprezza di più la genuinità e la bontà! baci

    RispondiElimina
  3. Che bella!!! Mi piace un sacco l'accostamento con l'uvetta!!! Bravissima! bacioniiii

    RispondiElimina
  4. Che tavola fresca!!!E poi i fiori di ciliegio ricamati sulla tovaglia sono davvero deliziosi!!!Grazie mille per aver partecipato!!Un bacione

    RispondiElimina
  5. Foto meravigliose ed evocative, bravissima! Buoni gli spinaci (rigorosamente freschi che hanno tutto un altro sapore) con pinoli e uvetta, anche io li faccio spesso e di solito ci accompagno del semplice riso bianco! Li proverò in versione ripieno!
    Baci!

    RispondiElimina
  6. Che belle foto cara! E che colori!!!! Brava!!!

    RispondiElimina
  7. che bei colori, sembra il cielo limpido di una bella giornata estiva! In bocca al lupo per il contest!

    RispondiElimina
  8. che bella questa tavola...che colori!

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia di torta! ed hai proprio ragione, le verdure appena colte sono un modo divertente per invogliare chiunque, grandi e piccini, a mangiarne di più e con più gusto. ciao!

    RispondiElimina